La Rocca domina dall’alto il centro storico di Pietrasanta. Il complesso fortificato risale all’epoca longobarda e fu ampliato nel 1488 sul progetto del Francione. Nella villa vi fecero sosta importanti sovrani di passaggio della Versilia. Da Carlo VII nel 1494 e Carlo V nel 1536. Fu anche dimora di Paolo Guinigi.

Nel 1561 vi fu altro episodio importante. Il granduca di Toscana Cosimo I dei Medici qui nella Rocca firmò il decreto che donava a Benvenuto Cellini, il grande scultore e orafo fiorentino, la casa di via del Rosario nel capoluogo toscano.

La donava perché Cellini vi aprisse l’officina dove sarebbe stato fuso il Perseo, capolavoro dell’artista. Oggi la Rocca è in condizioni di abbandono, ma una salita fino al sito fortificato è sempre piacevole. Nelle vicinanze trovate il Romitorio di Santa Maria delle Grazie.

Tratto da “Versilia ville e Storie”, Il Tirreno, anno 2015 (Foto: Roberto Paglianti)